Poesie di Eldy

BLOG

Ciao a tutti!

Porto a conoscenza di tutti voi che NON ho alcuna possibilità di operare nei blog Incontriamoci e Poesie, attraverso il programma Eldy. A tutt’oggi, entrando in Eldy, NON visualizzo alcun blog, nè Incontriamoci, nè Poesie, nè Parliamone e neppure Bosco. Tutti i blog mi sono interdetti.  Vi chiederete come faccio a pubblicare questo post. Ebbene, con l’aiuto di Giuseppe e Franco sono riuscita a postare attraverso Internet-Google, con passaggi piuttosto tortuosi e complessi. I problemi che devo affrontare sono parecchi. Oltre a non poter lavorare dall’interno dei blog, ho anche l’impossibilità di accedere agli stessi attraverso lo smartphone. L’unico accesso posso averlo dal computer fisso di casa e la stessa cosa vale anche per la moderazione dei commenti. Capirete che dovrei rimanere attaccata alla scrivania parecchio tempo per seguire post e commenti, e immaginate anche quante difficoltà incontrerò nell’amministrare questi siti. Ma lo farò in qualche modo, concedetemi solo le attenuanti del caso.

Ho moderato i commenti in sospeso in entrambi i blog, Incontriamoci e Poesie. Vi chiedo soltanto di dirmi se leggete questo mio scritto attraverso Eldy, così saprò chi ha la possibilità, (o fortuna..??) di essere ritornato alla situazione primaria e chi invece è ancora nella mia condizione.

Ringrazio tutti e vi abbraccio!

Francesca

di francesca, il 17 maggio 2021 17:59. - Commenti



SI APRE LA TERRA!

              Ermafrodito dormiente – Louvre Parigi

Se ne parla. DUE CUORI NELLO STESSO PETTO.

Ho visto quest’opera, prima a Roma e poi a Parigi (Louvre) dove da sempre risiede e vi assicuro che le emozioni e le sensazioni che mi ha trasmesso ogni volta, sono state immense.

Come ho scritto nel titolo, SI APRE LA TERRA e una scultura marmorea ne emerge rivelando la statua di uno splendido Ermafrodito Dormiente dal corpo bellissimo ma ambiguo e dalle forme sinuose che sembra girarsi nel sonno per mostrare i caratteri di entrambi i sessi.

ERMAFRODITO-2

Un’immagine carica di sensualità, un lavoro di enorme raffinatezza. Chissà chi l’avrà scolpito in epoca romana.

Il bellissimo corpo attrae con l’inconsapevole atto del variare di prospettiva. Provo a spostarmi dal lato opposto ed ho un’inversione di apparenza, da femminile a maschile, e viceversa. Viene spontaneo domandarmi se la natura di quel sonno sia innocente o torbida.

Ma arriva Gian Lorenzo Bernini che tratta il marmo come fosse duttile creta e trasforma il naturale appoggio marmoreo in un materasso sul quale la figura dell’”Ermafrodito dormiente” è mollemente adagiata.

ERMAFRODITO-1

Guardo quel letto in marmo dal prorompente effetto realistico. Non sembra un vero materasso trapuntato? E’ soffice, cedevole, a stento trattengo l’istinto di allungare la mano. Un marmo “vivo” da voler toccare con la reale sensazione di sentirlo morbido sotto la mano.

Una riproduzione di un virtuosismo straordinario che, ai miei occhi, trasforma la durezza del marmo nella morbidezza del giaciglio. E non solo. L’artista aggiunge anche un cuscino sotto il capo del giovane ermafrodito e colloca il mancante piede sinistro in seducente posa sollevata.

3c6fae210e_3090299_med

Al di là dell’ambiguità che la scultura suggerisce, una meravigliosa eleganza abbraccia l’insieme nel quale l’idea del movimento è suggerita con intensità aumentando il corpo nudo di rara bellezza. Come di rara bellezza è la figura di questo giovane. Un’opera che mi ha prodotto un impatto emotivo forte, lasciandomi un brivido dentro.

francesca (3)

  1.  

di francesca, il 3 maggio 2021 16:42. - Commenti



A TUTTI GLI AMICI DI POESIE, BUON PRIMO MAGGIO!!!

Francesca

 

di francesca, il 30 aprile 2021 17:58. - Commenti



VENDO SORRISI…..di Francesca

Quando mi sento sola
e rattristata,
mi mostro felice alla gente
come mai non son stata.
La gente ascolta, sorride,
si diverte.
Ma in fondo, poi
non mi capisce mai, veramente.
Vendo sorrisi con il cuor piangente,
vendo tristezza,
dolcemente.

di francesca, il 28 aprile 2021 19:06. - Commenti



GUERNICA…OGGI 26 APRILE 1937

GUERNICA – Pablo Picasso – 1937 – Madrid, Centro de Arte Reina sofia.

Guernica, il più celebre capolavoro di Pablo Picasso (1881-1973), fu dipinto nel 1937. Il titolo dell’opera deriva dal nome dell’omonima cittadina basca, che il 26 aprile del 1937 fu bombardata e rasa al suolo dall’aviazione nazista, intervenuta a sostegno del dittatore spagnolo Francisco Franco; un’operazione che uccise centinaia di civili, tra cui donne e bambini. Il centro del paese era, infatti, pieno di gente perché quello era un giorno di mercato. Un massacro ingiustificato, un puro atto intimidatorio, di cinica violenza. La strage suscitò enorme sdegno presso l’opinione pubblica mondiale.

“Il sole splendeva su Guernica come una fiamma.
Era il 26 aprile, non dimentichi la data, e correva l’anno 1937 dopo Cristo”
Hermann Kesten, I ragazzi di Guernica

Bombardamento di Guernica, 26 Aprile 1937

di francesca, il 26 aprile 2021 10:58. - Commenti



« Poesie Precedenti
» Poesie Successive