Poesie di Eldy

solamente Madre

Rosario Capuana: DOLORE di una madre

 

E invece la Madre si sente impotente,
si addossa la colpa,
urla
pensando che non ha dato abbastanza
ecco abbastanza…
Non il suo sangue
è stato sufficiente.
Non il suo esempio
è stato adeguato.
Come una farfalla impazzita
cerca la luce
sbatte
e si macera
pensando:
“ma cosa non ho fatto?”
“cosa non ho dato?”
E mentre il figlio le sta strappando il cuore
lei dice:
“prendilo è tuo”
“prendilo, se ti lenisce”.
Solamente Madre:
per sempre.
Autore: Erato

Questa poesia è stata scritta da admin, il 2 luglio 2012 at 09:13, nella categoria: Erato.rm. Lascia un tuo commento qui



Ormai

Un attimo
solo un attimo
per pensare e riflettere,
per ricordare
farsi avvolgere da un altro tempo,
da un’epoca lontana
ed accorgersi che non è rimasto nulla.
Nulla di concreto, nulla di palpabile,
solo un ricordo quasi evanescente,
un’atmosfera irreale
ma che è stata magica.
Rimpianti?
no,
rimorsi.
E l’acqua scivola,
il tempo precipita via e …
il tram transita
sferragliando
inesorabile.
Sai che sarà davvero:
mai più.
Ormai.
Autore: Erato

Questa poesia è stata scritta da admin, il 23 giugno 2012 at 17:16, nella categoria: Erato.rm. Lascia un tuo commento qui



E adesso, dove sei?



Non so più chi sei
che fai;
non so se guardi il gabbiano
che vola rapido
e si tuffa di repente,
se lo guardi distrattamente o con nostalgia,
non so se ti fermi all’improvviso a riflettere…
o se ti lasci trascinare dalle giornate tutte simili.
Che fai?
lavori?
pensi?
scrivi?
con chi parli?
che preoccupazioni
ti trafiggono all’improvviso?
Mi perdo in una stella…
vorrei…
vorrei che la guardassi anche tu nello stesso momento.
Autore: Erato

Questa poesia è stata scritta da admin, il 15 giugno 2012 at 00:09, nella categoria: Erato.rm. Lascia un tuo commento qui



Diamoci un appuntamento…

Diamoci un appuntamento…
Incontriamoci…
Ma non un un bar,
non al tavolino di un caffè,
non all’angolo di una strada,
non davanti ad un cinema…
Diamoci un appuntamento…
Davanti alla luna,
guardando una stella:
la prima del mattino
l’ultima della sera,
leggendo una poesia,
ascoltando una musica…
Lì ci sarai,
ne ho la certezza.
E non ci sarà bisogno di aspettare,
nessuno arriverà in ritardo.
Ci sarai sempre davanti alla luna
Davanti ad una rosa
E non ti perderai
E non mi perderò
luna2
Autore: Erato.rm

Questa poesia è stata scritta da admin, il 21 gennaio 2011 at 08:37, nella categoria: Erato.rm. Lascia un tuo commento qui



Ancora…

Vorrei essere ancora amata,
sentire quel tuffo leggero,
come un mancamento,
che annuncia
una presenza sperata
e non attesa invano.
Vorrei essere amata, un’altra volta,
senza remore, senza paura,
senza timore del domani, né del giudizio altrui.
Amata per quello che sono ora,
e sentirmi nuovamente unica.
Un istante intenso, anche solo un istante sarebbe sufficiente.
Ritrovare sentimenti antichi,
palpiti,
tremori, indecisioni,
batticuori, come dopo una lunga corsa,
sensazioni sopite, ma mai dimenticate del tutto.
Stordirsi un po’, ridere un po’,
piangere anche.
Ma vorrei sentirmi amata, ancora una volta.
Autore: Erato.rm

Immagine anteprima YouTube

Questa poesia è stata scritta da admin, il 9 settembre 2010 at 22:22, nella categoria: Erato.rm. Lascia un tuo commento qui



« Poesie Precedenti