Poesie di Eldy

NOTTE D’AUTUNNO…….di Stefano Medel

La notte,

un mondo strano e onirico,

il mio mondo però,

tra le pareti domestiche,

la tele,

il monitor,

il lavabo,

la mia stanzetta,

il mio rifugio;

fuori il cortile nel buio,

tutto fermo,

statico,

dormienti nel caseggiato,

non si sente nulla,

notte profonda;

fresco della notte,

aspettando l’autunno,

con le foglie cadute,

le castagne,

il vento che spira,

agitando la roba stesa;

l’autunno,

con le foglie caduche.

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 25 settembre 2018 at 15:43, nella categoria: stefano medel. Lascia un tuo commento qui



Vengo da un tempo lontano……di Gugli

Vengo da un tempo che non c’è più,

da un luogo dove la luce è opaca,

dalle case basse,

dai muri bianchi,

un paese dalle strade polverose,

dai fiori rossi.

Il sole scende in un tramonto malinconico,

il mio animo si invaghisce,

arde dal desiderio,

si inchina in un pensiero.

Vengo da un tempo lontano,

dove si incontrano lontani ricordi.

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 21 settembre 2018 at 20:46, nella categoria: gugli11.fi. Lascia un tuo commento qui



AMICIZIA…..di Antonino8pa.

Sono qui,

vicino a te,

a ripararti dalla vita,

per cancellare,

la tristezza, per regalarti

un sorriso,

per ascoltare anche

i tuoi silenzi.

Sono qui,

per dirti che occupi

un posto speciale,

nel mio cuore,

nella mia vita,

per dirti ancora GRAZIE!

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 16 settembre 2018 at 15:15, nella categoria: antonino8.pa. Lascia un tuo commento qui



BISNONNI……di Franco Muzzioli

Un tempo i bisnonni
erano quadri appesi in salotto
monumenti domestici
di un lontano passato.
Affondati in vetuste poltrone
odoravano di vecchio
e a volte di tabacco
non davano baci
ma carezze sul capo
e il loro sorriso era leggero
per non mostrare
traballanti dentiere.
Erano lì in prestito
come le foglie d’autunno .
Guardavano fissi e vuoti
il loro corto futuro
con le mani nascoste
sotto colorate coperte.

Può esser che ci siano
giovani bisnonni ?
no ! è un ossimoro
una contraddizione in termini
allora perché mi hanno detto
che sarò presto bisnonno ?

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 8 settembre 2018 at 19:07, nella categoria: francomuzzioli. Lascia un tuo commento qui



Genova Pegli…..di Stefano Medel

Genova Pegli

Perla della sera,

notte estiva,

la luna balugina

sopra la darsena e i pontili;

rampe stradali,

passano sopra le teste;

una fiumana di motorini parcheggiati,

carugi dai mille odori,

strade,viottoli,

garage,

e poi i negozietti

con mille tentazioni,

le botteghe esotiche col kebab,

dai nomi orientali,

i distributori di caffè,

gente una marea di gente,

traffico frenetico,

moto sfrecciano nella notte,

da qualche parte,

rumore di onde,

la risacca del mare,

qualcuno pesca,

nella brezza del mare di Genova Pegli

sogno di una notte d’estate.

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 5 settembre 2018 at 20:57, nella categoria: stefano medel. Lascia un tuo commento qui



« Poesie Precedenti