Poesie di Eldy

SPAVALDA GIOIA …..poesia di Franco Muzzioli

Le 14 ! il sonno

che riposo diventa

del vecchio corpo

lungo le strade leggere

di un sogno di meriggio.

Come è monotona

la vita del vecchio

tra un po’ di tosse

e la solita pillola

che dovrebbe alleviare

la compagna dòlia di sempre.

Ma un rigurgito verde

urla la rivoluzione

bandiere e grida sulle barricate

la vecchiaia soccomba

con la spavalda gioia

di una intima giovinezza

che non vuol cedere

alle abitudini del giorno.

Vieni gioia soave

vieni almeno un poco

vieni ad illudermi ancora

che ci sia un dolce cammino.

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 6 febbraio 2019 at 21:39, nella categoria: francomuzzioli. Lascia un tuo commento qui



EGALITE’……di Franco Muzzioli

Ho appena letto un articolo su Repubblica relativo ai 26 supermiliardari , “ricchi quanto la metà povera del pianeta !”
Un impulso di sdegno e rabbia ha percorso il mio corpo vissuto pensando che mentre sto scrivendo , per ogni minuto, muoiono cinque bambini di fame.
Bene … sono passati seimila anni dal potere assoluto dei faraoni e duemila anni da quello degli imperatori romani che possedevano l’economia globale di quelle epoche , ma mi pare che nulla sia cambiato.
Il bello è che anche noi in questo momento stiamo contribuendo a costruire le loro immense ricchezze perché stiamo parlando dei “padroni del web” e cioè : Jeff Bezos di Amazon ( 112 miliardi di dollari ) – Bill Gates e Steve Ballmer di Microsoft ( 128 miliardi di dollari ) – Mark Zuckerberg di Facebook (71 miliardi di dollari ) Larry Page e Sergej Bris di Google ( 96 miliardi di dollari) , assieme sono il PIL di uno stato.
A questo punto mi domando che cosa vuol dire uguaglianza , quanti soldi eluderanno o evaderanno questi signori ? Probabilmente se pagassero tutte le tasse dovute i bambini non morirebbero più di fame.


Non voglio tirare conclusioni politiche ,tanto chi mi conosce lo sa come la penso, constato soltanto che chi guadagna tanto chiede meno tasse e spera sempre in qualche salvifico condono.
Noi possiamo solo urlare tutta la nostra desolante riprovazione …continuando anche ora a foraggiare questi signori…ahimè !

Franco

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 24 gennaio 2019 at 22:37, nella categoria: francomuzzioli. Lascia un tuo commento qui



Sant’Antonio abate o degli animali….di Franco Muzzioli

Il 17 gennaio un po’ in tutt’Italia si festeggia Sant’Antonio , soprattutto a Modena e a Barga dove si tiene una grande fiera. Ma è uso in molti luoghi portare le mucche o i maiali davanti alle Chiese , dove il sacerdote esce per benedirli.
Al di la della tradizione chi era Sant’Antonio abate ? Un egiziano vissuto intorno al 350 d.C. , manicheo e combattente la setta ariana , taumaturgo e mistico . La sua esistenza da eremita si svolge nei territori del medio oriente e soprattutto nel deserto dove è morto a 105 anni. Che cosa c’entri con gli animali ed il saio francescano proprio non si sa , ma le tradizioni popolari creano anche queste figure protettrici che nulla hanno a che fare con la realtà storica .

Bellissima è una canzone ironica abruzzese della quale faccio seguire alcune strofe :

Sant’Antonie Sant’Antonie
lu nemice de lu demonie.
Sant’Antonie a lu deserte
se cucinava le tajuline
Satanasse pè dispette
jè freghette la furcine
Sant’Antonie nun s’encagna
cùn le mane se li magne.

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 17 gennaio 2019 at 19:49, nella categoria: francomuzzioli. Lascia un tuo commento qui



DIARI……di Franco Muzzioli

Solitario è il sorriso
ricordando le piccole cose.
La mente si affanna
a cogliere tra i pensieri
le memorie di un tempo
che affollano i diari.
Immagini dolci e sfuocate
scritture lievi e innocenti
della vita passata
che appare lontano
tra le carte ingiallite .
Cimeli di fiori
si tingon di luce
nell’uscir da quei fogli.
Amori e speranze
in quel lieve percorso
di verdi esistenze
quel fiume felice
che ormai giunge alla foce.

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 10 gennaio 2019 at 21:49, nella categoria: francomuzzioli. Lascia un tuo commento qui



Befana@.com….di Franco Muzzioli

…” Mi sono stancata di apparire una brutta vecchiaccia , di essere mal vestita e tutta sporca di fuliggine , anche perché i caminetti non esistono quasi più e non voglio più volare sopra una scopa scassata ” Così disse la Befana prima di andare in un istituto di bellezza per fare il lifting e trasformare il suo nasone in un bel nasino alla francese. Si tinse i capelli di biondo , andò in una boutique e si comperò un bel vestito rosso. In vece del sacco per i regali , si comperò un bel trolley di marca.
Solamente che così acconciata nessuno le aprì perché veniva presa per una venditrice porta-porta.
Stanca e sconsolata si sedette su di un gradino con la testa tra le mani singhiozzando .
“Che cos’ha signora ?” disse un passante accostandosi , lei si sfogò raccontandogli tutto.
L’uomo era un supertecnico informatico e le disse ” Perché non entra nel web , si crea un bel blog : Befana@.com , se vuole l’aiuto gratuitamente e vedrà che si risolveranno tutti i suoi problemi.
Detto fatto si sedettero ad un bar e l’informatico con il suo P.C. in un ora fece tutto.
La Befana ringraziò tanto , poi corse da Babbo Natale che le regalò un furgoncino che andava a polvere di stelle e sul quale fece scrivere dagli elfi ( Befana@.com – in 12 ore il regalo che hai desiderato ).
Se il 6 gennaio vedete in cielo sfrecciare un camioncino con dietro una scia di stelline , guidato da una bionda vestita di rosso , non preoccupatevi è sempre la solita vecchia…pardon …giovanile Befana !

Franco

Questa poesia è stata scritta da francesca, il 5 gennaio 2019 at 22:12, nella categoria: francomuzzioli. Lascia un tuo commento qui



« Poesie Precedenti