Poesie di Eldy

MILLEPIEDI

 

Van Gogh(1853-1890)-Autoritratto Con Cappello di Feltro

…………………………………………………

Ditemi che non sono pazzo
che non ho mille facce,
mille ruoli da recitare
o mille bocche da sfamare.

Ditemi se la mia voce
suona come un tamburo
di mille vibrazioni, o che si sgonfia
al vento  di mille città di mare.

Ditemi se le mie gambe
sorreggano un palazzo con mille lanterne
o sono soltanto due stampelle
che al villoso passo di millepiedi
avanza sospettoso sul soffitto
e infine tra briciole di molliche  siede.
Autore:Calcio2.ce

Questa poesia è stata scritta da admin, il 31 ottobre 2011 at 20:11, nella categoria: calcio2.ce. Lascia un tuo commento qui



Sentimento

Immagine anteprima YouTube

Sergio Bruni. Nuttata ‘e Sentimento

…………………………………………….

“Sentimento”
Ovunque io vada,
ovunque sarò
e per quanto tempo vivrò
avrò sempre  con me
quella spina nel cuore
che mi farà soffrire
ad ogni movimento,
ad ogni respiro
non facendomi mai dimenticare
quanto tu stai soffrendo
ed io,
che non posso alleviarti
nessuna sofferenza
nonostante l’amore immenso
che ti porto.          
Autore:mary49

Questa poesia è stata scritta da admin, il at 06:34, nella categoria: mary49. Lascia un tuo commento qui



La solita storia

 

La Trasfigurazione”,olio su tavola(405x 278 cm) Ultima opera di Raffaello, esposta nella camera ardente

…………………………………………………..

Eccoci di nuovo
a contare i morti,
una cosa che
ci riesce bene,
alla quale siamo
ormai abituati,
cambia solo lo scenario:
Liguria, Toscana, Sicilia,
Campania, Abruzzo.
Il dolore invece no,
sempre lo stesso,
intenso, schiacciante,
colpisce chi ha avuto
sottratti gli affetti,
da una calamità,
ritenuta naturale,
o dalla solita incuria,
di chi ha l’onere,
di fare in modo
che ciò non avvenga,
anche questa una calamità,
perchè non ci sarà
chi per tutto ciò
alla fine pagherà.
Eccoci di nuovo
intorno a quelle bare,
solo qualche
lacrima di circostanza,
un fiore posato,
in fretta prima di andare,
la fiera dell’ipocrisia
offerta da chi sa solo parlare,
badare solo a se stesso,
senza conoscere
la parola governare,
dimenticando chi,
nella tragedia,
ha perso pezzi
del suo cuore.
Eccoci di nuovo,
tutti andare avanti,
incontro a un altro giorno,
sperando che questo
possa cambiare,
che questa funebre conta,
possa cessare.
Autore:antonino8.pa

Questa poesia è stata scritta da admin, il at 06:20, nella categoria: antonino8.pa. Lascia un tuo commento qui



giorni, minuti Poesia scritta da robertadegliangeli

Immagine anteprima YouTube 

Va Pensiero(“Nabucco”,G.Verdi)

                             ……………………………………………………. 

Vola cuore
il tempo non ha peso
non è difficile vivere
l’amore fa dimenticare tutto.
Ci sono giorni che passano
in un minuto.
Minuti che non passano mai.
Scanditi
come gocce roventi
che scendono sulle gote
delle persone tristi.
Autore:robbi

 

Questa poesia è stata scritta da admin, il 30 ottobre 2011 at 05:09, nella categoria: robertadegliangeli. Lascia un tuo commento qui



Monna Lisa

Monna Lisa a 12 anni di: Fernando Botero ( Medellin,19 aprile 1832

                   …………………………………………………………….
                                   Il tuo sguardo ancora incerto
                                il sorriso leggermente pronunciato,
                                     ti hanno voluto deformare .
                                         Ma pur sempre bella ,
                                    sei l’immagine e somiglianza
                                               di ogni donna .
                                  Forse un pittore un po’ miope ,
                                    o un po’ maldestro ha voluto
                                                farti questo.
                                     O forse ha voluto farti risaltar
                                          i tuoi colori alla vista 
                                               di ogni bimba ,
                                       suggerendo ad ogni donna
                                           le fattezze della vita .
                                                 Perfetta così ,
                                          ti vedono i miei occhi,
                                       una  adolescente fanciulla
                                          dal sorriso da scoprire
                                           ancora oggi e domani .

                                     Autore: miki

 

Questa poesia è stata scritta da admin, il at 04:46, nella categoria: miki. Lascia un tuo commento qui



« Poesie Precedenti