Poesie di Eldy

AUGURI!!!

 

Tanti cari Auguri di una Buona e Serena Pasqua a tutti voi!!

di francesca, il 20 aprile 2019 22:28. - Commenti



NELLA NOTTE….di Franco Muzzioli

Nella notte un sobbalzo

e un silenzio gridato

forse un risveglio

nella traccia di un sogno

sulle ali di pensieri

accavallati da sempre ,

baluginii flebili tra stupori

e paure lontane ,

sui trapezi di luce

che giocano su pareti

immobili e nere

si nascondono i mostri

coltivati nel caldo

di coperte imbottite.

di francesca, il 16 aprile 2019 21:51. - Commenti



IL LAGO BACCIO……di Franco Muzzioli

Anche quest’anno se “la gamba tiene” , salirò verso il lago Baccio ad oltre 1500 m.s.l.m. nell’appennino modenese. Si arriva in auto al lago Santo , si parcheggia e ci si inoltra in boschi fitti di faggeti e conifere . Il cammino è dolce , la salita lieve tra grossi massi su di un sentiero abbastanza sconnesso , a lato un rigagnolo che porta dal Baccio al Santo . Si raccontano leggende di pastorelli innamorati che abbracciatisi sul lago gelato caddero in acqua rimanendo così uniti per sempre , si narra anche di lupi e volpi che ti spiano tra i cespugli nel lento cammino.

Il luogo è magico , il silenzio totale solo scandito dallo stormire delle foglie e dall’allegro chiacchiericcio dell’acqua tra i sassi.

Il lago viene annunciato dalla visione dei monti Giovo e Rondinaio ( sui 2.000 m.s.l.m.) che lo sovrastano , su queste vette puoi vedere tutto l’arco degli appennini e le Apuane, lassù sei già in Toscana .

Un verde più intenso e la calma distesa dell’acqua riempie di stupore , è tale la bellezza che sembra di essere in un quadro seicentesco dove qualche pecora con svogliato movimento alza il capo dall’erba per guardarti . Senti la possanza del monte Giovo , grossa roccia arenaria di oltre venti milioni di anni fa .

Comincio a sentire la stanchezza , l’età tradisce , mi siedo su di un masso a contemplare questo ambiente bucolico e sogno di andare in alto per i sentieri sconnessi verso quelle cime severe , è solo un sogno , lo so , è già tanto arrivare qui , tolgo dallo zainetto un panino per rifocillarmi e rimango in questo incanto dove tempo e pensieri si fermano.

Franco

di francesca, il 30 marzo 2019 17:42. - Commenti



E ALLORA…FAI!!!

Oggi è la giornata FAI – FONDO AMBIENTE ITALIANO.

Ogni anno, dal 1993, il primo weekend di Primavera i volontari del FAI organizzano una manifestazione nazionale dedicata alla riscoperta del patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese. 

In occasione delle Giornate FAI di Primavera, la scoperta di un luogo speciale dell’immenso patrimonio paesaggistico italiano non è solo un’esperienza che va ad arricchire il bagaglio culturale di ogni visitatore, ma un’occasione straordinaria di incontro tra persone di età, interessi, provenienza diversi unite dal desiderio di conoscere luoghi eccezionali del proprio territorio. Luoghi di cui tornare a fruire come visitatori e sui quali accendere i riflettori affinché possano essere tutelati e valorizzati.

E allora lasciamoci emozionare dalla bellezza del patrimonio d’arte e natura italiano.

Anch’io sono andata a visitare alcuni luoghi FAI, ve ne racconto uno:

CASTELLO DI MASINO

 

Immersa in un immenso parco monumentale, la dimora sontuosa di una delle più illustri casate piemontesi, discendente da Arduino, primo re d’Italia: mille anni di storia narrati in un percorso tra saloni tutti affrescati e arredati.

di francesca, il 24 marzo 2019 10:24. - Commenti



BENVENUTA PRIMAVERA!!

È arrivata ufficialmente la primavera: alle 22.58 ora italiana di oggi, 20 marzo, ci sarà l’equinozio, ovvero il momento in cui la linea d’ombra che divide la zona della Terra illuminata dal Sole da quella in cui è notte taglia contemporaneamente Polo Nord e Polo Sud.
Equinozio di primavera: 20 marzo e non 21 marzo
Ma quello che forse non tutti sanno è il motivo per cui la primavera non arriva – come da convenzione – il 21 marzo. E non è una novità di quest’anno: è dal 2007 che non succede e non succederà più fino al 2102.

Il motivo è la rotazione terrestre e il sistema di calendario gregoriano, introdotto da Gregorio XIII nel 1582 come correzione del calendario giuliano. La data convenzionalmente associata all’equinozio di primavera è il 21 marzo, che fu decisa nel Concilio di Nicea del 325 per calcolare la Pasqua cristiana e dalla quale partì l’ultima sistemazione del calendario gregoriano, che usiamo ancora oggi.

BUONA PRIMAVERA A TUTTI!!

di francesca, il 20 marzo 2019 21:58. - Commenti



« Poesie Precedenti